Skip to main content
Luca Locatelli, Biosphere underwater farming #3, Italia, 2021 © Luca Locatelli
Luca Locatelli. The Circle
21 set 2023 – 18 feb 2024
Gallerie d'Italia

L’Economia Circolare è definita dall’Unione Europea come “un modello di produzione e consumo che implica condivisione, prestito, riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e riciclo dei materiali e prodotti esistenti il più a lungo possibile”. A cinquant’anni dalla sua teorizzazione, la Circolarità è ad oggi una delle più promettenti, ed ambiziose, strategie alla base della creazione di un futuro sostenibile da un punto di vista sia ambientale, che produttivo ed industriale. Parole come ricircolo, riuso, riciclo hanno iniziato a popolare sempre di più valutazioni e analisi sulle politiche di lungo termine e sul nostro potenziale di ricchezza, andando nel tempo ad individuare i punti chiave del problema: come gestire la fine delle risorse primarie, l’illusione di una crescita esponenziale o la gestione degli scarti.

The Circle è un progetto fotografico che racconta la rivoluzione delle soluzioni possibili. Risultato di un progetto di ricerca di lunghissimo respiro, Luca Locatelli ha documentato le buone pratiche, sperimentazioni, ambizioni e percorsi di questa nuova utopia. Il suo impegno decennale nel tema si condensa nelle storie commissionate dalle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo, presentate per la prima volta in un contesto espositivo unitario in questa mostra.

Il percorso espositivo offre un viaggio attraverso l’Europa della sperimentazione e dell’avanzamento industriale sostenibile, toccando temi come la geotermia, il riciclo tessile, la riconversione di aree industriali dismesse, l’alimentazione. Le storie raccontano esperienze reali di Nature Based Solutions, azioni intraprese per proteggere, sostenere e ripristinare gli ecosistemi naturali, che quando applicate ai modelli industriali e produttivi hanno la potenzialità di innescare quella Trasformazione Culturale (Cultural Transformation) necessaria per cambiare il corso delle cose. Le immagini, accompagnate da infografiche create per questa occasione dalla visual and information designer Federica Fragapane, raccontano di esperienze e realtà in cui altissima ingegneria, artigianato e sapienza ancestrale vanno di pari passo per creare uno spazio in cui la Natura torni al centro, in cui la conoscenza e la sapienza umana si pongono al servizio delle forze ambientali per poter beneficiare della loro potenza, senza cercare di addomesticarle e imprigionarle: quelle Nature Based Solutions che più di tutte le altre ci offrono le maggiori possibilità di riuscita. Ci mostrano come la tecnologia più avveniristica e l’intuizione dell’autoproduzione possano entrambe contribuire allo stesso scopo – la chiusura del cerchio, la possibilità di un sistema perpetuo.
La possibilità di una riuscita.

Luca Locatelli. The Circle
Sep 21, 2023 – Feb 18, 2024
Gallerie d'Italia

The Circular Economy is defined by the European Union as “a production and consumption model that involves sharing, lending, reusing, repairing, reconditioning and recycling existing materials and products for as long as possible”. Fifty years after its theorisation, Circularity is now one of the most promising and ambitious strategies for creating an environmentally, productively and industrially sustainable future. Words like recirculation, reuse and recycling have started to increasingly populate assessments and analyses of long-term policies and our potential for wealth, identifying over time the key points of the problem, such as how to manage the exhaustion of primary resources, the illusion of exponential growth or the management of waste.

The Circle is a photographic project narrating the revolution of possible solutions. Following a very long research project, Luca Locatelli has documented the good practices, experiments, ambitions and paths of this new utopia. His ten-year commitment to the subject is condensed in the stories commissioned by Gallerie d’Italia of Intesa Sanpaolo, presented for the first time in a unitary context in this exhibition.

Visitors are taken on a European journey of experimentation and sustainable industrial advancement, touching on themes such as geothermal energy, the recycling of textiles, the repurposing of abandoned industrial areas, and food. The stories portray real experiences of Nature Based Solutions, actions undertaken to protect, sustain and restore natural ecosystems, which, when applied to industrial and production models, have the potential to trigger the Cultural Transformation needed to change the course of things. Accompanied by a substantial set of infographics and explanatory texts, the images tell of experiences and realities in which the finest engineering, craftsmanship and ancestral wisdom go hand in hand to create a space where Nature can be a central issue again, and where man’s knowledge and wisdom can be at the service of environmental forces in order to benefit from their power, without attempting to tame and imprison them: those Nature-Based Solutions which, more than any other, offer us the greatest chance of success. They show us how the most futuristic technology and the intuition of self-production can both contribute to the same goal – the closing of the circle, the possibility of a perpetual system.
The possibility of success.

Gallerie d’Italia
Quattro musei nel cuore delle città dove perdersi tra collezioni permanenti e mostre temporanee, in palazzi ricchi di storia e di bellezza.
Gallerie d’Italia
Four museums in the heart of their respective cities, where visitors can lose themselves in permanent collections and temporary exhibitions in buildings steeped in history and beauty.
Michelangelo Pistoletto. Molti di uno
2 nov 2023 – 25 feb 2024
Castello di Rivoli
Il Castello di Rivoli presenta una grande mostra dedicata a Michelangelo Pistoletto (Biella, 1933) in occasione del suo novantesimo compleanno.
Michelangelo Pistoletto. Many from One
Nov 2, 2023 – Feb 25, 2024
Castello di Rivoli
Castello di Rivoli presents a major exhibition dedicated to Michelangelo Pistoletto (Biella, 1933) on the occasion of his ninetieth birthday.
Artissima 2023: Relations of Care
3–5 nov 2023 / 2 nov preview su invito
Artissima
Artissima presenta la sua nuova identità visiva, ispirata al tema di questa trentesima edizione: Relations of Care, che tra spunto da un recente saggio dell’antropologo brasiliano Renzo Taddei.
Artissima 2023: Relations of Care
Nov 3–5, 2023 / Nov 2, 2023 preview on invitation
Artissima
Artissima presents its new visual identity, reflecting the theme of this 30th edition: Relations of Care, suggested by Brazilian anthropologist Renzo Taddei in a recent essay.
Iscrizioni Aperte / Artissima 2024
31 ott – 3 nov, 2024
Artissima
Il tema di Artissima 2024 – THE ERA OF DAYDREAMING – è incentrato sul daydreaming, manifestazione centrale del pensiero spontaneo e strumento di creazione proiettato verso il futuro.
Open Applications / Artissima 2024
Oct 31 – Nov 3, 2024
Artissima
The theme of Artissima 2024 – THE ERA OF DAYDREAMING – focuses on daydreaming as a central manifestation of spontaneous thought and a catalyst for future-oriented creation.
Paratissima 2023: Eye Contact
1–5 nov 2023
Paratissima
La collaborazione tra IAAD e Paratissima ha visto lo sviluppo di una proposta di tema per la XIX edizione di Paratissima da parte degli studenti del corso di Communication Design.
Paratissima 2023: Eye Contact
Nov 1–5,2023
Paratissima
The collaboration between IAAD and Paratissima saw the development of a theme proposal for the 19th edition of Paratissima by the students of the Communication Design course.
Dove finiscono le tracce
26 ott – 12 nov 2023
Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT
Dove finiscono le tracce riprende il concetto di “patrimonio diffuso”, principio chiave dell’identità della nostra Fondazione, e lo traduce in una mostra dislocata nei luoghi simbolo di Torino.
Where traces fade away
Oct 26 – Nov 12, 2023
Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT
Where the traces fade away takes up the concept of “widespread heritage”, a key principle of the identity of our Foundation, and translates it into an exhibition located in the symbolic places of Turin.
Sara Enrico: Tainted Lovers
3 nov 2023 – 11 feb 2024
OGR
La mostra raccoglie una serie di opere realizzate tramite una sofisticata manipolazione di materiali, dal tessuto al cemento fino alla gommapiuma, e allestite in una inedita installazione.
Sara Enrico: Tainted Lovers
Nov 3, 2023 – Feb 11, 2024
OGR
The exhibition brings together a series of works crafted through a sophisticated manipulation of materials, including fabric, concrete, and foam rubber, arranged in an unprecedented installation within the exhibition space.